Padova

22-25 Ottobre 2020

Padova

22-25 Ottobre 2020

17 set 2019

A PADOVA UNA GRANTURISMO IN INCOGNITO

in: AUTO D'EPOCA
images/4525/mk.jpg

Esposta ad Auto e Moto d'Epoca la berlina più veloce della sua epoca, pilastro delle vendite Jaguar. Il modello esposto è la quart'ultima MK2 ad essere prodotta dalla Casa Inglese. Un esemplare appena uscito da un restauro conservativo con ancora la vernice originale.

Nell'ottobre 1959 veniva presentata la MK2: un modello che farà la fortuna di Jaguar con oltre 90mila vetture vendute. Un volume di produzione veramente alto per un'auto di lusso a cavallo degli anni '60, progetto di successo che permetterà a Jaguar di continuare ad investire nella ricerca e nello sviluppo di modelli innovativi divenuti, a loro volta, icone mondiali come l'intramontabile Jaguar E-type.

Tra le diverse motorizzazioni prodotte spicca il 3.8: la più veloce berlina della sua generazione e meritatamente conosciuta come “la Ferrari a 4 porte”. L'MK2 3.8 nascondeva infatti, sotto le forme di un'insospettabile berlina, il motore rombante di un'auto da corsa capace di sviluppare 220 cavalli di potenza e raggiungere i 210 chilometri all'ora.

A Padova sarà esposta presso lo stand GMA una MK2 particolare: una 3,8 LHD costruita il 3 agosto 1967. La data è importante perché il 20 agosto dello stesso anno Jaguar interromperà la produzione di tutte le MK2. Il veicolo in vendita ad Auto e Moto d'Epoca – appena uscito da un restauro conservativo che ha lasciato intatta la vernice originale - è il quart'ultimo mai uscito di fabbrica. Fu venduto in Italia dove è rimasto fino ad oggi, cambiando un solo proprietario ed orbitando sempre tra Milano e Pavia.

A portarlo, come detto, è l'azienda GMA, specialista in vetture inglesi e Jaguar in particolare, per la quale la MK2 riveste un'importanza particolare. Come spesso accade nel mondo delle auto, infatti, alla grande storia si affiancano tante piccole storie individuali. Quella della GMA inizia negli anni ‘80 con la vendita dei pezzi di ricambio proprio per la MK2.